Il breve ricordo – Il lungo cammino

Questo cimelio cartaceo l’ho appena ritrovato a casa di mia Mamma, e non posso descrivervi l’emozione che ho avuto. Mio Babbo, già pugile e agonista negli anni Cinquanta, aveva acquistato, penso nei primi anni Settanta, questo manuale, dettagliatissimo e raro. Per l’epoca era una vera e propria perla che parlava di Judo, ma accennava anche ad altre Arti Marziali giapponesi, tra cui il Karate. È una ristampa, e la prima edizione risale al 1956.

Pensavo fosse andato perso, ma eccolo qua. Me lo tramandò quando iniziai a praticare Karate nel lontano 1983.

Qui dentro ci sono i veri pionieri delle Arti Marziali in Italia.

Onore e rispetto.


 

Pubblicità

Memoria corporale

Con questa pratica è possibile correggere, graduatamente, la colonna vertebrale.

Il nostro corpo ha una memoria interna, basta rispolverarla per ottenere gli effetti benefici di un corpo flessibile e ben bilanciato.

La sensazione che avremo all’inizio sarà quella di una posizione scomoda, in realtà quei piccoli dolori sono il sintomo che il nostro corpo è stato obbligato a dei movimenti non consoni alla nostra origine.