Il non-sense dell’imbuto

L’umanità disdegna della polarità di mezzo, quella neutra, da dove parte tutto: la scelta. Ormai, per troppo tempo, l’uomo si è abituato al dualismo, ed è per questo che fallisce, finché non capirà questo meccanismo non andrà da nessuna parte.

Non esistono colori, solo accenni, la polarità Yang non è bianca in quanto luce, ma eterea e incomprensibile, stesso discorso per il nero totale dello Yin, non esiste possibilità se ancora non abbiamo avuto la scelta, perché, ad una scelta, corrisponde l’eterno contrario. Ecco perché, anche il Taoismo classico mi sta stretto, perchè pone il dualismo come prassi filosofico-pratica nella quotidianità. Preferisco pensare ad un’eterna oscillazione, che parte da un punto Zero e passa attraverso i cardini opposti, ma percepisco che essi possono essere variati a mio piacimento.

La spirale; questa sconosciuta…

Sandro Sainati

Nella foto il “San Cioi”, la triplice armonia che comprende Yin-Yang-Wo, tre polarità senza spazio/tempo, senza riferimento estetico (colore), ma sempre in movimento di rotazione (oscillazione; cardine della grande Spirale)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...